Pensieri sparsi: “Quel che sogna un sognatore”

sogni.jpg

Penso di meritare uno spicchio di sogno, sono o non sono un sognatore?

Sogno di poter vivere del mio lavoro, della mia passione. Ho guardato troppe volte in faccia la delusione. Ella ha sempre giocato con me e con i miei sentimenti, come una bella donna e come la vita. Ma questo è ciò che spetta a chi sogna troppo e sogna il giusto.

Coloro che sognano poco o sognano l’ingiusto se ne fregano di uno come me. Lo ignorano, lo umiliano, o lo deridono, dipende dal tipo di persona che detiene la scelta nelle proprie mani.

Io intanto continuo a sognare. Cosa c’è di meglio che immaginarsi pittore, astronauta, calciatore o tutti e tre insieme?

Che male c’è nel dimenticare la quotidianità illusionista e vivere nel mondo dei sogni? Perché limitarsi alla fantasia e all’immaginazione? Là fuori c’è un universo di realtà. Così mi hanno detto i non sognatori, e mi sa che hanno ragione.

Parto per un nuovo viaggio, stavolta reale, nello zaino metto una tavolozza, una tuta spaziale e un pallone. Possono servire.

 

 

Immagine: illustrazione di Henn Kim

Advertisements

Pensieri sparsi: “Il dolce magico”

paticcio

Isabella se ne stava seduta sulla panchina, indispettita dal mondo intero. A scuola aveva ricevuto l’ennesimo brutto voto e rischiava di perdere l’anno.

Ma il rischio che più la tormentava era quello di perdere la propria famiglia. I suoi non facevano che litigare, si tradivano, e ne era certa, non avrebbero retto a lungo. Ben presto avrebbero divorziato. E lei? Lei era troppo giovane per essere sposata, ma aveva già alle spalle qualche storia andata male. I suoi diari erano pieni di frasi di rivolta, alternati a poesie mielose e cuori e teschi. Quando affermava qualcosa sul suo stato d’animo, tutti le facevano notare che in fondo aveva solo 17 anni, quindi che ne poteva sapere della sofferenza e della tristezza?

Non doveva fare i conti con un lavoro stressante né con la responsabilità di dover mantenere una famiglia. Doveva solo pensare a vestirsi bene, truccarsi in modo pesante, essere alla moda, fare gli occhi dolci ai ragazzi più grandi, ascoltare musica con l’mp3 e, magari, sognare ogni tanto.

Ma cosa avrebbe voluto fare da grande? Alle volte ci pensava. Le sarebbe piaciuto restare lì su quella panchina anche da adulta. Assaporare ogni giorno un pasticciotto stando semplicemente col sedere sul sedile ferroso e un po’ arrugginito. Sentire la crema invadere la bocca e non pensare ad altro, se non a gustare al meglio il dolce prelibato e tradizionale della sua terra, il Salento. E poi riflettere sulle parole della nonna, che da qualche mese non c’era più e alla quale era stata molto legata.

Quando i suoi erano a lavoro, passava ore ed ore con la nonna materna, parlando del più e del meno, e gustando il pasticciotto, ovvero il dolce magico, come lo chiamava sua nonna.

Faceva i capricci? Ecco che spuntava il dolce portentoso e si rimetteva tutto a posto. Si sentiva triste? Beh, la tristezza volava via già al solo vedere la nonna che attraversava la strada per andare a comprarle le paste, ossia pasticciotti e altre dolci prelibatezze, al piccolo bar di fronte casa.

Tra i vari ricordi, mentre era seduta su quella panchina, pensava costantemente alla possibile, ma  forse alquanto improbabile, magia del dolce in questione. In quel momento, e in tanti altri, ne avrebbe avuto bisogno. Un po’ come in tutti quei pomeriggi dopo scuola: si sedeva sempre alla “sua” panchina, come se l’avesse prenotata e la gente lo sapesse, dato che la trovava sempre, o quasi, libera, tutta per lei.

Nei tiepidi pomeriggi di maggio cercava le risposte ai piccoli grandi tormenti della sua giovane età. Maggio era il suo mese preferito: la scuola stava per finire, le giornate cominciavano ad apparire più lunghe e luminose e fare serene passeggiate per la città era così piacevole!

Tra piazze, chiese, vicoli e palazzi baciati dal sole e dalla pietra leccese, e tra fontane, archi, facciate dalle forme barocche, pronte a catturare ad abbracci o a morsi i passanti, lei pensava. Bene o male, non le importava. Pensava ed era la cosa che le riusciva meglio. Ciò le permise di giungere a una conclusione: da grande avrebbe fatto la pensatrice. Chissà, da qualche parte nel mondo, una professione del genere poteva anche esistere per davvero. Avrebbe dovuto solo fare i conti con la nostalgia del pasticciotto, della pizzica, dei suoni e dei colori che invadevano le strade di quello che era il suo habitat naturale e, qualche volta, il suo cuore.

Sulle unghie il viola intenso di ‘Vittoria’ TNS Firenze

Ciao 🙂

QUI vi ho presentato la nuovissima collezione di smalti e rossetti TNS Firenze dal nome “Pop Italiano“.

pop.jpg

Tonalità davvero belle, originali, per un autunno dall’impronta fashion e…pop!

Vi faccio vedere QUI uno degli smalti di questa fantastica collezione.

Si tratta di  Vittoria, un viola intenso, dai riflessi luminosi e leggermente cangianti.

Ottima tenuta, facile stesura, per uno smalto che promuovo a pieni voti! 

 

E voi, cosa aspettate a provare gli smalti e i rossetti Pop Italiano?

Presto vi parlerò di un altro smalto e di un lipstick della medesima collezione 😉

La mia foto dell’estate 2017

Come ogni anno pubblico sul blog la mia foto dell’estate!

Di fotografie ne ho scattate parecchie…ma condivido qui questa…

mare.jpg

L’ho scattata a fine agosto a Santa Maria al Bagno, frazione del comune di Nardò (Le) dal lido BagnoMaria. Davvero un bel posto!

Il mare di notte è ancora più bello, non trovate? 😉

 

Pensieri sparsi: “Baciami. E non dimenticare nulla”

Illustrazione di Kuralay Kin
Dammi la mano.

Guardami, sfiorami, se occorre sorreggimi.

E sognami perché in questa vita, troppo reale,

è così bello sognare.

Ringraziami, se lo merito.

Abbracciami, anche se non tremo.

Invitami a ballare.

Sento la musica

e so che anche tu la puoi ascoltare.

Proteggimi, ma non troppo, dalle delusioni.

Aiutami a crescere. Ho ancora tanto da imparare.

Circondami di sguardi, consigli e riflessioni.

Dimmi “che bella che sei!”.

Dedicami quella canzone che mi fa impazzire.

Ho le lacrime agli occhi, non vedi come luccicano?

Baciami. E non dimenticare nulla.

Soprattutto non scordare me. 

 

 

Con questa poesia ho partecipato all’edizione 2017 di Coop for words 

World Of Beauty, due alleati non solo per l’estate

Ciao 🙂

con grande piace torno a parlarvi di World Of Beauty 😀

Un brand che adoro per l’efficacia e la qualità dei suoi prodotti, ma anche per le novità che periodicamente lancia sul mercato, dimostrando di essere sempre al passo con le nuove tendenze nonché con le esigenze del pubblico.

Durante l’estate ho avuto modo di provare due prodotti che mi sono piaciuti tantissimo e che sto continuando a usare molto volentieri, in quanto efficaci e utilissimi:

  • Post Epil Gel Sensitive Gel Corpo Post Epilazione con estratto di Papaya, un cosmetico ottimo da applicare sulle zone di viso e corpo dopo l’epilazione. Si sa che quest’ultima provoca spesso irritazioni, arrossamenti e simili alla pelle, dunque si rivela necessario intervenire con prodotti mirati. Il gel proposto da World Of Beauty rientra pienamente tra questi! Basta applicarlo sulle zone interessate per un periodo di sette giorni dall’epilazione effettuata. Consentirà di conferire idratazione e nutrimento alla pelle e di prolungare gli effetti/benefici dell’epilazione. Insomma, più azioni con un solo prodotto! Si assorbe velocemente ed è piacevole da impiegare anche in virtù della consistenza in gel. L’ho trovato un validissimo alleato in questi ultimi mesi. Promosso a pieni voti!
  • WB Mediactive Valido Efficace Dermaceutico  Arnica Gel Concentrato 80% estratto dal Cuore di Arnica, ideale per viso e corpo, sfrutta le svariate proprietà dell’Arnica montana, tra cui quella antinfiammatoria e decongestionante. Dunque, in caso di arrossamenti dovuti a punture di insetti, depilazione e simili, può dare realmente una mano. Può essere applicata sulle zone interessate 2-3 volte al dì. Anche questo prodotto si assorbe in poco tempo e risulta molto efficace! Ho avuto occasione di usarlo soprattutto sulla pelle arrossata per il caldo e il sudore durante le giornate più afose della stagione in corso. Un cosmetico da avere! wor.jpg

La nuova collezione TNS Firenze è all’insegna del Pop Italiano

La nuovissima colleziona di TNS celebra lo stile italiano, in chiave decisamente pop.
Svariate le fonti di ispirazione: le maioliche di Positano, i broccati toscani, l’arancio dell’aperitivo più famoso del mondo, il plissè di Roberto Cappucci, le forme morbide e inconfondibili della pasta.
Il tutto a rimarcare un forte legame con la bellezza italiana, icona di eleganza intramontabile.

pop.png

I dieci nuovi colori si ispirano proprio allo stile per eccellenza, quello italiano: il rosso brillante di Amarena, la luce vellutata e profonda di Divina, il glicine di Orchidea, il viola sorprendente (perché come di raso) di Vittoria. Nuance pop per unghie al top!

smalti.jpg

La nuova collezione POP Italiano si completa con una rosa di quattro lipstick in nuance coordinate, da indossare insieme agli smalti.

Texture preziose, tonalità intense e iper pigmentante. Stesura semplice, per un effetto ottimale con labbra piene e zero sbavature.

rosetti.jpg

 

Un classico di Dr. Hauschka nel formato speciale da 50 ml

image002
La Crema alla rosa per il giorno, un classico della cosmesi Dr. Hauschka, è ora disponibile nel formato speciale Anniversario da 50 ml!
Dr. Hauschka Cosmetic; Dr. Hauschka Kosmetik
Un prodotto ricco di Rosa damascena, che nutre e protegge la pelle secca, sensibile, matura e la pelle soggetta ad arrossamenti e dilatazione capillare.
Un vero e proprio trattamento di bellezza che in sé tutte proprietà del fiore per eccellenza.
PREZZO AL PUBBLICO CONSIGLIATO: € 39,90
(edizione speciale Anniversario, 50 ml)