Premio Barocco, rieccomi!

Anche quest’anno sono stata al Premio Barocco, a Gallipoli, per Totem Giornale…bellissima esperienza!

Potete leggere QUI l’articolo arricchito dagli scatti di Giuseppe Bello Roma

 

Advertisements

“Saremo mare e torre”, il mio racconto su ‘Libreriamo’

casalabate 1
Torre Specchiolla, Casalabate (Le)                                                                   Foto di Giuseppe Bello Roma

 

Saremo mare e torre

L’energia del mare Adriatico che batte copiosamente sugli scogli. Mi piacerebbe possederla. Quest’ammasso d’acqua, a tratti calmo, ad altri rabbioso, sembra amare l’abitudine, a differenza di me. Io dinanzi alle abitudini scappo ma, al tempo stesso, fuggo dalle novità. Mi mettono ansia, paura, non saprei.

Sarebbe anche tempo di smetterla e magari fare come quel gabbiano laggiù, che ha puntato la sua preda e andrà sino in fondo. Io, invece, mi fermo sempre un po’ prima, quasi allo scadere del match. E ricomincio, palla al centro. Chi ci sarà dall’altra parte stavolta? Chi sarà l’avversario di turno? Intendo sfidare soprattutto l’amore. Sì, proprio in questo modo (…)

Continua a leggere QUI 

 

Ringrazio Giuseppe Bello Roma per la stupenda foto!

 

Fabrizio Corona per “I’m Paolo”

Il Centro Commerciale Mongolfiera di Surbo (Le)lo scorso 2 giugno, ha ospitato “I’m Paolo“, un’iniziativa diretta a dare un aiuto concreto a Paolo Arnesano, 33enne malato di Sla, e che ha visto la partecipazione di Fabrizio Corona.

associazione

Continua a leggere l’articolo e guarda le foto dell’evento QUI 

Kartika sposa il barocco di Lecce

Ciao 🙂

Vi ripropongo, negli scatti di Giuseppe Bello Roma, due dei capi della collezione delle feste Kartika (ve ne ho già parlato QUI)

Si tratta del vestito tubino nero, impreziosito da dettagli in pizzo e ricami sulla schiena, e la tuta, sempre in colore nero, con pantaloni ampi, scollo particolare sulla schiena, ricami vari sulla parte davanti e spilla borgogna.

Due pezzi ideali per feste e grandi occasioni…eleganti, fluidi, originali e caratterizzati dalla qualità Kartika.

 

1f

Le foto sono state scattate nel centro della mia bella Lecce … e gli abiti si sposano alla perfezione col barocco della città salentina…non trovate?

7f

3f

 

Photo: Giuseppe Bello Roma

Model: Alessandra Ragione

Make up:  Stop Arlet 

13

La ‘vera Bellezza’ in uno scatto molto apprezzato da Papa Francesco

L’ulivo, fonte di vita, dal Salento al Vaticano. Il fotografo Bello Roma ringraziato da Sua Santità

Negli ultimi tempi, come ben sappiamo, l’albero simbolo della Puglia e in particolare del Salento è stato colpito dal batterio della Xylella Fastidiosa. Tra le conseguenze un brutto colpo all’economia dell’area, ai proprietari degli uliveti, agli agricoltori e, ovviamente, alle piante ‘storiche’ che in tanti casi sono state assoggettate a eradicazione. Quello che è accaduto nel 2015 all’albero che più di ogni altro è carico di svariati significati, spesso legati alla vita, all’energia, alla rinascita, e anche alla salvezza e alla prosperità, come evidenziato dalle scritture dell’Antico Testamento, ha ispirato l’opera di Giuseppe Bello Roma, giovane fotografo squinzanese.

La foto, scattata nelle campagne salentine, è giunta sino al Vaticano per essere donata a Papa Francesco, durante l’udienza dello scorso 30 dicembre. L’immagine, accuratamente inserita in una cornice, ritrae la magnificenza e, al tempo stesso, la semplicità e l’umiltà dell’ulivo. L’autore dello scatto ha voluto ‘denunciare’ quanto vissuto, o meglio, subito dagli alberi della sua terra, mediante la vera essenza della bellezza: pura, diretta, ricca di riflessi e sfaccettature. Da un albero secolare ‘sbuca’ una bella ragazza, la modella professionista Ilaria Mazzotta, quasi a voler esprimere al meglio tutta la vita che una pianta può custodire e offrire al mondo intero. Ilaria è senz’altro stata molto brava a rappresentare l’energia vitale che caratterizza, da sempre, l’universo vegetale, nonché la forza delle donne che, in tante occasioni, hanno cercato in tutti i modi di proteggere e salvaguardare tradizioni e storia.

scatto

L’ulivo fonte di vita, nonostante la sua staticità, la sua ‘vecchiaia’, le amarezze dei tempi odierni e le vicissitudini di quelli passati.

Gli ulivi hanno un’anima. Questo vuole dirci la fotografia di Giuseppe Bello Roma. Giunta in dono a Papa Francesco, è stata molto apprezzata dallo stesso, tant’è che il fotografo è stato ringraziato da sua Santità in una lettera ricevuta lo scorso 5 febbraio, firmata da Mons. Peter B. Wells, da cui si evince come il regalo sia stato assai gradito.

Nel ringraziarla per l’atto di devoto omaggio e per i sentimenti che l’hanno suggerito, Sua Santità esorta ad una sempre proficua attività artistica, quale riflesso della vera Bellezza” recita, tra le altre cose, la missiva ricevuta dal fotografo che non si aspettava assolutamente una risposta dal Papa e un incoraggiamento di questo tipo che, senza dubbio, ha un duplice valore: invita a inseguire i propri sogni con umiltà e semplicità; coglie e offre spunti di riflessione sulla Bellezza autentica, quella su cui vale la pena puntare lo sguardo, soffermare la mente e donare agli altri, perché non c’è Bellezza più vera di quella ispirata da sentimenti genuini.

L’umiltà è stata proprio il filo conduttore dell’udienza del 30 dicembre 2015 perché, come ha affermato Papa Francesco dinanzi ai fedeli in Piazza San Pietro, occorre riflettere su un aspetto essenziale, ossia: “l’umiltà di Dio che per noi si è fatto piccolo. E questo è un mistero grande, Dio è umile! Noi che siamo orgogliosi, pieni di vanità e ci crediamo grande cosa, siamo niente! Lui, il grande, è umile e si fa bambino. Questo è un vero mistero! Dio è umile. Questo è bello!”

 L’insegnamento ad essere umili molto probabilmente è stato recepito da un giovane che, come tanti e nel suo piccolo, cerca di farsi strada, inseguendo le proprie aspirazioni e cogliendo la Bellezza che risiede nelle piccole e grandi cose, immortalandole con sentimento.

Giuseppe

 

Articolo realizzato per Totem Giornale Squinzano

 

La collezione delle feste by Kartika @Crio Lecce

Il brand Kartika  ha lanciato una collezione speciale in vista delle feste. Eleganza e originalità a Natale e nell’ultimo giorno dell’anno, per vivere appieno le festività e salutare il 2015 e dare il benvenuto al 2016 nel migliore dei modi, con stile e unicità.

Kartika è un marchio dell’azienda Lusi, la quale nasce da un’esperienza pluriennale nel settore della confezione “donna giovane” e si concretizza in collezioni che esprimono pienamente il trend della moda italiana.

Il nome del brand “KARTIKA” intende esprimere la femminilità piena delle donne che vivono al 100% la loro quotidianità. Il successo di questo brand si fonda su alcuni elementi primari, quali la qualità del prodotto che inizia prima di tutto dalla scelta di materiali ricercati, innovativi, dagli aspetti inediti, esaltati da linee d’avanguardia in sintonia con le tendenze più nuove e con un appeal decisamente internazionale.

La produzione è interamente “Made in Italy”, realizzata con tessuti e filati acquistati in Italia

A chi si rivolge Kartika?

Senza dubbio alla donna interessata alle tendenze moda, che cerca sempre qualcosa di bello e particolare da indossare, per sentirsi bella, sexy, ma anche a proprio agio.

Ogni anno KARTIKA propone due collezioni e due capsule composte da circa 120 articoli, nelle quali ogni singolo elemento, dal capospalla al pantalone, dalla camicia al top, dalla maglieria all’accessorio è ideato per essere abbinato agli altri.

E proprio una delle capsule collection di quest’anno è dedicata alla feste e ai possibili outfit da indossare nei giorni di festa. Nelle foto sotto, scattate dal bravissimo fotografo Giuseppe Bello Roma, vedrete diverse mise indossate dalla modella Deborah Loparco (li ringrazio entrambi tantissimo per la disponibilità e la professionalità!).

Location degli scatti il negozio Crio, che si trova in via Imbriani 13 a Lecce. Le titolari Catia e Maria Rosaria portano avanti con grinta ed entusiasmo una bella realtà commerciale, dedicata all’abbigliamento e agli accessori donna, attiva da ben 25 anni. Crio vende i capi Kartika (anche quelli presenti nelle foto) e segue il brand da sempre, apprezzandone lo stile e la costante voglia di essere al passo coi tempi. Inoltre, la clientela di Crio ama ciò che Kartika propone, in particolare i pantaloni dotati di ottima vestibilità.

I pezzi della collezione speciale delle feste sono dominati dal colore nero, simbolo per eccellenza dell’eleganza. Non mancano però i dettagli rossi e bordeaux e tanti piccoli elementi in grado di rendere unico ogni capo e così ogni look: apertura profonda sulla schiena, pizzo, voile, ricami in rilievo, spilla ‘stravagante’ e luccichii in lurex.

Nel dettaglio…

L’abito da moderna Cenerentola dark

1

13

15

La sexy tuta con i must di stagione (pizzo, ricami, pantaloni ampi, apertura sulla schiena…)

2

4

5

 

La maglia scintillante (grazie al lurex) e la gonna-tutù, per un look d’effetto6

7

8

 

L’abito ‘sorpresa’: che contrasto tra la semplicità del davanti e la ricchezza dei dettagli sulla schiena!

910

11

Segui le novità del mondo Kartika sulla pagina Facebook ufficiale KARTIKA