Per capelli più chiari: Lozione Schiarente Camomilla Schultz

Ciao 🙂

Oggi vi parlo di un prodotto provato diversi anni fa e che di recente ho ricomprato: Lozione Schiarente Camonilla Schultz.

Molte di voi certamente la conosceranno già, dal momento che è sul mercato da parecchio tempo. L’ho ricomprata per schiarire un po’ i miei capelli, naturalmente castano medio, con alcuni riflessi rame, dovuti a una precedente colorazione e all’uso di impacchi all’hennè e robbia.

Come detto prima, ho già testato questo prodotto anni fa ottenendo buoni risultati. L’importante con esso è non eccedere. Le prime volte che l’ho adoperato, lo ammetto, ho calcato un po’ la mano e le ciocche interessate dall’applicazione si sono schiarite velocemente, anche un po’ troppo, e hanno manifestato una leggera secchezza. Tuttavia, niente di drastico, visto che le ciocche biondo-oro non mi infastidivano, anzi mi piacevano, e la secchezza andava via con dei semplici impacchi di olio e maggiori cure (maschere e affini).

Quando ho deciso di ricomprare la lozione, lo scorso mese (in un negozio di cosmesi e igiene casa e persona, costo compreso tra i 5 e i 6 euro) ho prestabilito di usarla con maggiore parsimonia. Infatti, ne uso pochissima all’interno di impacchi pre-shampoo (fatti con balsamo, succo di limone e oli naturali) oppure ne metto un po’ nell’ultimo risciacquo, in modo che resti sui capelli sino allo shampoo successivo. In tal caso la abbino spesso a succo di limone e aceto (meglio aceto di mele), il tutto in dosi minime.

Solo una volta ho utilizzato il metodo che utilizzavo in passato, ossia quello di applicare gocce di lozione con un batuffolo di cotone, o mediante un pennello per la tintura, direttamente sulle ciocche da schiarire.

I capelli hanno acquistato riflessi più chiari, e in particolare le zone che già possedevano dei riflessi rame-rossicci, appaiono più luminose e chiare, nonostante le applicazioni in un mese circa non siano state poi tantissime.

Senza dubbio questa lozione permette risultati più evidenti sui capelli già più chiari in partenza. In estate poi, grazie all’azione del sole, consente di accelerare i processi di schiaritura, infatti intendo usarla nella prossima bella stagione.

Rispetto ad anni fa, il prodotto in questione ha subito dei miglioramenti nella sua formula, dato che ha un odore meno intenso, aiuta a non seccare i capelli e li rende meno crespi e ribelli di un tempo.

Sarei curiosa di provare anche gli altri prodotti della linea…

 

 

Hennè rosso caldo e Robbia Le Erbe di Janas

Nel 2013 ho piazzato un piccolo ordine da Le Erbe di Janas, il primo! Cosa ho preso? Hennè rosso caldo e Robbia!

Prima di parlarvi dei prodotti in questione e dei vari “esperimenti”, ci tengo a sottolineare la puntualità e la precisione con cui l’ordine riceve l’ok, viene gestito/organizzato e infine arriva a destinazione 🙂

Ora passiamo ai prodotti, premettendo che non sono certo una super esperta di hennè e altri metodi naturali per colorare/riflessare i capelli.

Tuttavia, non è stata la mia prima esperienza nel campo in esame. Ho usato altre volte l’hennè alle erbe, quello neutro e pure il rosso (di Janas, ma anche di altri marchi).

Stavolta ho deciso di tenerlo di più in posa, passando dalla mia solita oretta (o poco più) ad almeno due ore (o due e mezzo). Di più, ahimè, non riesco un po’ per motivi di tempo un po’ perché non mi sopporto ehehehehe 😀

Detto questo ho usato l’Hennè rosso caldo e la Robbia di Janas lo scorso mese, ripetendo due applicazioni a distanza di una settimana circa l’una dall’altra. Ho utilizzato nuovamente i prodotti (in dosi minori) a inizio gennaio.

Le prime due volte ho usato l’hennè e la robbia più o meno in parti uguali, aggiungendo acqua calda, succo di limone, qualche goccia di olio essenziale per smorzare l’odore delle erbe e aceto. L’ultima volta invece ho messo più robbia che hennè e ho aggiunto il balsamo Splendor al cocco per dare ancora più corposità e cremosità al composto e ridurre la secchezza sulle lunghezze. Inoltre, ho messo aceto e succo di limone, nonché qualche goccia di olii naturali (come mandorle dolci e argan).

Partendo da una base castano media, leggermente scurita da una colorazione da supermercato fatta ad ottobre, ho ottenuto dei bei riflessi rossi, più o meno intensi o ramati a seconda del colore di partenza che era un po’ più chiaro sulle punte e su alcune ciocche. E’ da tenere a mente che il colore varia con i successivi lavaggi e i riflessi si vedranno maggiormente in seguito.

Oltre ai riflessi, visibili alla luce naturale, ho notato più lucentezza sulle lunghezze e, a differenza di altre volte,  l’effetto secco dell’hennè è stato meno evidente ed è andato subito via. Inoltre, i capelli appaiono più corposi e nutriti.

Il risciacquo è stato, come sempre, facile, dal momento che Le Erbe di Janas non risultano sabbiose e sono in grado di dar vita a delle “pappette” facili da stendere e rimuovere con lo shampoo.

 

Alla prossima!

Burro di albicocca Le Erbe di Janas

Ciao 🙂 quest’oggi vi parlo del Burro di albicocca Le Erbe di Janas.

Secondo me è un ottimo burro multiuso! E’ l’ideale per le pelli secche che necessitano di idratazione e nutrimento (in particolare d’inverno!). Conferisce tono e luminosità, come indicato nel sito Le Erbe di Janas.

E poi è ok anche per i capelli. Io l’ho testato come rimedio anti-secchezza pre-shampoo, lasciando agire il burro sulle punte per qualche ora o mescolandolo ad altri ingredienti, come oli vegetali vari, in veri e propri impacchi.

La consistenza, col freddo, è un po’ più dura, va trattata un po’ tra le dita oppure riscaldata leggermente.

Ha un buon odore e anche sui capelli svolge un’azione altamente idratante e rigenerante. Da provare!

 

Prossimamente vi parlerò del mio ordine Le Erbe di Janas. Ho preso l’Henné rosso caldo e la Robbia. Non vedo l’ora di provarli!